Crea sito

1/A,VECCHIO BORGO INCIAMPA IN OGLIASTRA ,VILLASOR ACCORCIA A -4,IMPRESA CARDEDU,OSINI A VALANGA

1/A,Vecchio Borgo inciampa in ogliastra ,Villasor accorcia a -4,impresa Cardedu,Osini a valanga

Il Vecchio Borgo inciampa x la seconda volta in campionato e raccoglie solo una sconfitta in ogliastra in casa dell Idolo x 3-2,conserva ugualmente la vetta ma ora a solo 4 punti dal Villasor che ringrazia e ottiene 3 punti dalla trasferta ogliastrina in casa del Villagrande di mister Cannas .
Campionato riaperto dunque quando mancano 9 gare al termine del campionato e lo scontro diretto da giocarsi in casa della inseguitrice villasor alla penultima giornata.
Conservando lo stesso divario ,+4,la capolista cmq potrebbe arrrivare gia con il titolo in tasca matematicamente campione.
Vecchio Borgo che tuttavia parte meglio ,è suo il vantaggio iniziale con Casula,x poi raddoppiare con Floris.
Ma nella ripresa succede l impossibile,con una remuntada da paura stile Milan-Liverpool,gli ogliastrini ribaltano il tutto con Leoni,Lancioni e Melis scavalcando lo stesso Sestu ko in quel di Osini x 4-2.
Alle spalle fa salti di gioia il Villasor che puo sognare l aggancio in vetta,sbancando il campo ostico del Villagrande x 3-4,sale in cattedra Pistis con una tripletta x gli ospiti ,Zedda,ogliastrini in gol con doppio Loi e Sanna.
Ogliastrini che vengono sorpassati in classifica dal Gemini Pirri che stende di misura nn senza sofrire il Cannonau davanti ai suoi tifosi .
apre le danze Santoru x i locali imitato da Pace che sigla il raddoppio.
Ma nella ripresa gli ogliastrini salgono in cattedra e nel giro di pochi minuti completano la rimonta con Muceli e Locci.Nel finale a tempo scaduto Sanna trova la zampata giusta x i locali che condanna gli ogliastrini alla sconfitta raggiunti in classifica dalla Virtus che raccoglie un solo punto dalla trasferta di Villasimius.
1-1 il finale,con il bomber Concas che apre le marcature x gli ospiti,raggiunto nel finale da Olla che sigla il pari .
Locali che rimangono in zona calda raggiunti dal Cardedu in cerca di punti salvezza che ha piegato la Baunese a accorciato su di essa a -1.

Gara storta da dimenticare x la Baunese del patron Canu,in vantaggio di 2 reti al primo tempo con Montagna e Tegas,nn hanno fatto i conti con la fame e la determinazione dei locali a caccia di punti salvezza che ribaltano il tutto con Depau, Lorrai, Magari e Murreli
termina con un pari anche l altro scontro diretto fra il fanalino Loceri e l Uragano di mister Chessa.
Partita rocambolesca questo pomeriggio al San Bachisio di Loceri dove i padroni di casa vanno vicinissimi alla vittoria contro l’Uragano Pirri e probabilmente l’avrebbero meritata.
Giallorossi di mister Muledda in vantaggio al 37′ con una bella girata al volo di Flis lasciato incredibilmente solo dalla retroguardia pirrese, raddoppio ogliastrino al 43′ con G. Deiana sugli sviluppi di una punizione e difesa pirrese ancora colpevole.
Nella ripresa al 53′ lo scatenato Flis porta i padroni di casa sul 3-0 e sembra chiudere la gara, ma sale in cattedra Stefano Matacena con una doppietta al 62′ e al 67′ che riapre la partita.
A questo punto gli uomini di Baby Chessa ci credono e raggiungono l’insperato pareggio all’84’ con Simone Maccioni che da 25 metri fa partire un missile terra-aria che termina la sua corsa sotto l’incrocio e batte l’incolpevole Agus, finisce 3-3, un pareggio che probabilmente serve poco ad entrambe le squadre.
VEDI RISULTATI E CLASSIFICHE
https://www.tuttocampo.it/Sardegna/PrimaCategoria/GironeA/Giornata21

GIOVANISS./ELITE,MERCEDE ALGHERO – SIGMA 0-2 SIGMA VOLA IN VETTA ,A +4 DA FERRINI E LATTE DOLCE

Giovaniss./Elite,MERCEDE ALGHERO - SIGMA 0-2  SIGMA VOLA IN VETTA ,A +4 DA FERRINI E LATTE DOLCE

MERCEDE ALGHERO – SIGMA 0-2 LA SIGMA VINCE E SI PORTA IN VETTA A +4 DALLA FERRINI La Sigma parte bene e sblocca subito il risultato con Scanu che raccoglie un cross dalla destra. Il primo tempo è un monologo dei cagliaritani che creano molte occasioni da gol non sfruttate sino a quando ancora Scanu si beve in velocità tutta la difesa algherese e sigla il 2-0. Nel secondo tempo la Sigma frena la Mercede tuttavia non impensierisce mai il portiere Pirino e le occasioni migliori sono ancora per gli attaccanti cagliaritani piuttosto imprecisi in questa giornata.
Addetto stampa Sigma

FUTSAL A2,IL CAGLIARI VOLA NELLA CAPITALE PER IL TURNO INFRASETTIMANALE CONTRO OLIMPUS ROMA

Futsal A2,IL CAGLIARI VOLA NELLA CAPITALE PER IL TURNO INFRASETTIMANALE CONTRO OLIMPUS ROMA

IL CAGLIARI VOLA NELLA CAPITALE PER IL TURNO INFRASETTIMANALE CONTRO OLIMPUS ROMA

Si riparte senza sosta. Neanche il tempo di festeggiare il ritorno dei tre punti che il Cagliari Futsal scende in campo per la delicata sfida nella Capitale contro l’Olimpus Roma. L’occasione è quella del turno infrasettimanale di martedì pomeriggio (calcio d’inizio ore 15) in un campo difficile. E se è vero che i capitolini arrivano dalla sconfitta patita due giorni fa contro la corazzata Pesaro, dall’altra la squadra di mister Ranieri può sorridere per l’ottima classifica in particolare dopo il febbraio d’oro con 9 punti in tre gare che sono valsi la piena zona playoff. Ma per il Cagliari, tornato prepotentemente alla vittoria nel match contro Reggio Emilia, sarà un’altra sfida fondamentale per la corsa salvezza visto anche il riaggancio a Merano che per l’occasione se la vedrà con Ciampino. La gara di Roma sarà delicata e mister Chicco Cocco sta preparando al meglio il match nonostante il solo giorno di allenamento.

Mister solo un allenamento e già si scende in campo per una sfida difficile contro l’Olimpus
Si, dobbiamo recuperare in fretta le energie per una partita molto importante. Giocare gare così ravvicinate può essere insidioso soprattutto per chi come noi ha un altissimo minutaggio nelle gambe. Ma d’altra parte ci sarà ancora l’entusiasmo per la vittoria di sabato e l’ottima prestazione che potrà sopperire alle fatiche.
Di fronte c’è un avversario di grande livello.

L’Olimpus è una squadra che sta dimostrando grande valore e la loro classifica lo dimostra. Hanno una rosa importante, molto esperta e ben allenata. Poi è stata anche migliorata a dicembre con l’acquisto di un pezzo da novanta come il pivot Bacaro, da tenere d’occhio. Massimo rispetto per gli avversari ma abbiamo bisogno di punti. Per ottenerli, però, dovremmo cercare di confermare quanto abbiamo fatto sabato scorso contro Reggio Emilia.
Proprio sabato hai rivisto il vero Cagliari?
Sono molto contento per la partita di sabato sia per il risultato, maturato contro un’ottima squadra, che soprattutto per la prestazione. Nelle ultime partite ho rivisto uno sguardo e una voglia diversa nei ragazzi. Sabato hanno dato tutto, seppur in un momento di difficoltà come quello che stavamo vivendo, e questa è la risposta migliore perché se ci mettiamo in testa di giocare concentrati e con il giusto atteggiamento i risultati sono sicuro arriveranno, in caso contrario saremmo comunque coscienti di aver dato tutto.
Anche perché il campionato è di grande livello.
Si, a ogni partita ne vediamo la dimostrazione. Dovremmo essere bravi a sfruttare il momento positivo e stare attenti alle insidie perché nel giro di un secondo tutto può cambiare. Per questo dobbiamo lavorare sodo a testa bassa e non mollare un centimetro, questa è una settimana importante per tutti noi.
Con il supporto di tutti, giovani compresi.
Sono soddisfatto dell’apporto dei ragazzi dell’under 21 che stanno dando ottime risposte, come sabato scorso. Devono continuare a lavorare tranquilli sapendo che ci possono dare una grande mano. Tutti comunque dovremo essere concentrati e pensare a dare tutto solo così ci sarà possibilità di salvezza.

2/D,IL SANLURI TERZA FORZA DEL TORNEO SBATTE SUL MURO DEL SEGARIU ,E 0-0

2/D,IL SANLURI TERZA FORZA DEL TORNEO SBATTE SUL MURO DEL SEGARIU ,E 0-0

2/D,Il Sanluri terza forza del torneo sbatte sul muro del Segariu ,e 0-0

A.S.Segariu Sanluri – 0- 0. Parità tra A.S.Segariu e Sanluri. Spalti gremiti al comunale dove il Segariu ,dopo le ultime apparizioni negative, doveva dare un risveglio al campionato. Diventa cosi la bestia nera del Sanluri il Segariu, che negli ultimi campionati, lascia solo un punto (oggi) e tre vittorie del Segariu. Un Sanluri terzo in classifica e con un organico tutto sommato di alta classifica. Primo tempo con poche occasioni, sino al 15°m. in cui il Segariu sfiora il vantaggio su un cross di Tronci per Lai D. che sotto porta non trova la palla. 20 m punizione dal limite per il Sanluri, batte Aru, ma l’ex di turno, Sanna, salva in angolo. Un primo tempo dunque opaco, anche se il Segariu sembra più vivace. Secondo tempo con le due squadre che si studiano a centrocampo. Mister Fois allora inizia subito con i cambi: fuori Ardu, oggi un po sotto tono, dentro Lai G. Ed è proprio Lai G. ad avere la prima occasione del secondo tempo, su un cross di Tronci M. Gran tiro dal limite, palla fuori di un soffio. Fuori Lai D. stremato, dentro il fantasista Piseddu. I biancorossi tentano allora di sfondare sulle fasce con Tronci M., ma nulla cambia. 40m. Meloni, centrale ospite, protesta con l’Arbitro, rosso diretto. Il Segariu tenta di sfondare il muro difensivo, ma gli ospiti si salvano, sino al fischio finale del bravo Arbitro di turno. Ottima la prestazione degli uomini di Fois, ma spiccano su tutti Casu e Tronci Marco. Per il Sanluri Corda e Pilloni.
Addetto Stampa Segariu

 

1/C,IL MOGORO METTE LA FRECCIA, GLI ERRORI PUNISCONO L’ATLETICO CABRAS

1/C,IL MOGORO METTE LA FRECCIA, GLI ERRORI PUNISCONO L’ATLETICO CABRAS

IL MOGORO METTE LA FRECCIA, GLI ERRORI PUNISCONO L’ATLETICO

di Paolo Camedda

Ancora una sconfitta per l’Atletico Cabras nella 18ª giornata del Campionato di Prima Categoria, Girone C. I gialloneri, impegnati in casa contro la GSD Freccia Mogoro, giocano un ottimo primo tempo, ma pagano a prezzo carissimo due svarioni difensivi nella ripresa e vedono allontanarsi le rivali nella lotta salvezza.

Avvio bruciante dei gialloneri, che partono forte e passano a condurre con capitan Deiola. Gli ospiti pareggiano però poco dopo con Orrù Mirko. Al 40′, ancora Deiola riporta avanti i lagunari trasformando con freddezza un calcio di rigore concesso dall’arbitro per atterramento in area di Mancosu.

Nel recupero del primo tempo, però, Maccioni S. di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra, firma il 2-2 con cui si chiude la frazione.

Nella ripresa dopo un intervento prodigioso di Ardau su Mancosu, lanciato a rete, l’Atletico fa harakiri al 68′. Incomprensione fra Mirai e Atzori, la palla calciata dal terzino arriva sulla trequarti, dove Cau tira direttamente in porta dai 30 metri e fa goal con il portiere giallonero totalmente fuori posizione.

L’Atletico reagisce e colpisce una traversa con Cera. Nel finale però, un errore di Cardias lancia ancora Mirko Orrù davanti a Mirai: il numero 11 ospite è freddo e chiude i giochi con il 4-2 finale.

La salvezza dista ora 10 punti, e per risalire la china servirà fare un’impresa.

Tutto però è ancora possibile, dato che al termine del campionato mancano 12 gare che valgono 36 punti. Sicuramente bisognerà invertire il trend negativo già dalla prossima sfida, lo scontro diretto con la Gennargentu Desulo.

ATZORI TERZINO DESTRO – Nell’Atletico ci sono 2 novità rispetto alla trasferta di Abbasanta: in difesa è arretrato Atzori, che ricopre il ruolo di terzino destro al posto dello squalificato J. Meli. Davanti torna Cera al posto di Poddi.

Nella Freccia Mogoro assenti per squalifica Luca Orrù, Pala e Muru. Il peso dell’attacco ricade su Mirko Orrù e Cruccas.

SBLOCCA DEIOLA – La partita si gioca a viso aperto fin dai primi minuti. Al 6′ gran punizione di Mandis, che quasi in caduta colpisce fortissimo dalla trequarti e manda il pallone a colpire la traversa con Mirai fuori causa.

Al 9′ brutta caduta di Atzori. Si teme un problema serio alla spalla ma dopo alcuni minuti di soccorsi il numero 2 giallonero può riprendere a giocare. Al 14′ entrata dura di Mirko Orrù su Doukoure e cartellino giallo ai suoi danni.

Con lo scorrere dei minuti l’Atletico cresce e si porta in vantaggio al 17′: rimessa laterale lunga dalla destra di Mancosu, a centro area tocca Doukoure, che prolunga per Deiola.

Tiro al volo del capitano e pallone che si abbassa all’ultimo e si insacca sotto la traversa, non lasciando scampo ad Ardau.

BOTTA E RISPOSTA – La Freccia Mogoro non si perde d’animo e dopo appena 8′ perviene al pareggio.

Un lancio lungo dalla trequarti difensiva coglie impreparata la retroguardia giallonera, Mirai esce in ritardo e Mirko Orrù deposita in rete con un tocco morbido.

L’arbitro Federica Car di Cagliari inizia a commettere diversi errori di valutazione. Al 26′ fallo evidente su Carta, in uscita palla al piede dalla linea difensiva.

Il Mogoro recupera palla ma ancora Carta rimedia e il direttore di gara fischia un’irregolarità inesistente del numero 5 giallonero. Di nuovo Mandis al 28′ si rende pericoloso su calcio di punizione: botta dalla distanza e palla che esce di poco sulla sinistra.

L’Atletico risponde al 30′ con uno spunto personale di Mancosu concluso con un tiro a lato sulla destra. Ancora i gialloneri al 35′: punizione di Deiola dal limite dell’area e palla che sorvola la traversa.

Il momento è favorevole per i lagunari e al 39′ arriva l’episodio che potrebbe cambiare la partita. Mancosu si invola sulla sinistra, penetra in area e viene messo giù. Per l’arbitro è calcio di rigore. Dagli undici metri batte Deiola, che con freddezza insacca sotto la traversa.

Tornata in vantaggio, la formazione lagunare deve fronteggiare gli attacchi della Freccia Mogoro. Al 42′ c’è un importante salvataggio in area di Doukoure. Nel recupero della prima frazione, gli ospiti riescono a riacciuffare per la seconda volta la parità.

Su punizione dalla destra, stacca sul primo palo Maccioni S., che non lascia scampo a Mirai. Dubbi per un blocco energico su Deiola, che poteva essere sanzionato dall’arbitro con un calcio di punizione.

HARAKIRI ATLETICO – Raggiunto per la seconda volta nella gara, l’Atletico prova a fare il 3° goal a inizio ripresa. Al 52′ colpo di testa di Carta sul quale è provvidenziale il salvataggio di un difensore della Freccia Mogoro.

L’Atletico gioca bene e mette in grossa difficoltà la retroguardia avversaria: al 57′ provvidenziale parata di Ardau, che dice di no a Mancosu lanciato a rete.

Nell’azione il numero 11 giallonero si fa male e di lì a poco sarà costretto ad uscire. La Freccia Mogoro opera la prima sostituzione, con Orrù Marco che prende il posto in campo di Mandis.

Deiola continua a creare pericoli dalle parti di Ardau: rasoterra dal limite dell’area e pallone di poco a lato sulla sinistra. Al 63′ ancora un fallo inesistente fischiato a Carta, Deiola riceve il cartellino giallo per proteste.

La partita procede all’insegna di un grande equilibrio, ma al 68′ succede l’imprevedibile. Incomprensione fra il portiere Mirai e Atzori, che pressato da alcuni avversari calcia via il pallone in zona centrale. Sulla trequarti arriva Cau, che con un tiro rasoterra dai 30 metri e il portiere giallonero totalmente fuori posizione insacca il 3-2.

Il goal è un’autentica mazzata per i gialloneri. Al 71′ Mancosu riceve un giallo per proteste. Passano 2 minuti e Zucca rileva Floris. Al 74′ Carta ci prova da fuori, con il pallone che esce a lato di poco sulla sinistra.

La Freccia Mogoro fa entrare Melis al posto di Maccioni R. al 75′. Al 77′ nuovo colpo di testa di Maccioni S. sugli sviluppi di un calcio di punizione: pallone alto sopra la traversa.

Nell’Atletico al 79′ Vacca subentra a Mancosu. All’81’ ghiotta occasione per i gialloneri: percussione di Cera sulla destra, c’è una deviazione e il pallone lambisce la traversa prima di terminare sul fondo. All’83’ giallo per proteste a Cardias.

All’86’ Mirko Orrù ci prova su punizione: para a terra Mirai. L’ultima sostituzione nell’Atletico è l’ingresso in campo di Solinas al posto di Loi.

POKER MOGORO – L’Atletico produce il massimo sforzo alla ricerca del pareggio, ma all’88’, con la squadra tutta sbilanciata in avanti, arriva il 4° goal ospite.

Errore di Cardias, che si fa soffiare il pallone da Mirko Orrù. Il numero 11 si invola in contropiede e con freddezza batte Mirai nell’uno contro uno. Sul 4-2 la Freccia Mogoro intravede la vittoria.

All’88’ spazio a Maccioni A. al posto di Cruccas. Al 91′ cartellino rosso per l’autore della doppietta, Mirko Orrù, che riceve il doppio giallo per una brutta entrata su Atzori e viene espulso. L’ultima occasione è una punizione a giro di Deiola, con Ardau bravo a bloccare il pallone.

La Freccia Mogoro balza al 4° posto in classifica, per l’Atletico un ko da riscattare prontamente per tener vive le speranze di salvezza.

IL TABELLINO

ATLETICO CABRAS-FRECCIA MOGORO 2-4 (2-2)

RETI: 17′ Deiola (A), 25′ Orrù Mi. (F), 40′ rig. Deiola (A), 45′ + 3 Maccioni S. (F), 68′ Cau (F), 88′ Orrù Mi. (F)

ATLETICO CABRAS: 1 Mirai, 2 Atzori, 3 Cardias, 4 Loi G. (87′ – 18 Solinas), 5 Carta, 6 Sanna, 7 Doukoure, 8 Deiola, 9 Floris (73′ – 15 Zucca), 10 Cera, 11 Mancosu (79′ – 17 Vacca). A disp. 12 Meli S., 13 Matta, 14 Mattana, 16 Daga. All. Casula (squalificato)

FRECCIA MOGORO: 1 Ardau, 2 Maccioni M., 3 Maccioni S., 4 Cadelano, 5 Minnai, 6 Mandis (61′ – 13 Orrù Ma.), 7 Cau, 8 Orrù A., 9 Cruccas (88′ – 16 Maccioni A.), 10 Maccioni R. (75′ – 19 Melis), 11 Orrù Mi. A disp. 22 Secchi, 14 Orgiu, 15 Murroni. All. Deiana

ARBITRO: Federica Car di Cagliari

AMMONITI: Cardias, Carta, Deiola, Mancosu (AT), Orrù Mi. 2 volte (F)

ESPULSI: 88′ Orrù Mi. (F) per doppia ammonizione

JUNIORES/B,6 VOLTE MONASTIR SULL AUDAX,AL CARBONIA IL DERBY,A VALANGA S.MARCO E VIGOR,A FINE GARA MISTER SAUL CHERCHI E DAGA


La capolista Kosmoto di mister Mario Sanna viaggia a ritmo forsennato mietendo vittime ,l ultima in ordine di tempo e il Pgs Audax che vien travolto sul suo terreno x 0-6,Peddio; Melis N.; Melis N; Pintus T.; Pili; Serra,in attesa dell attesissimo scontro diretto in programma fra 7 gg. contro il Carbonia diretta inseguitrice in ritardi di 1 lunghezza.
Quando mancano solo 5 giornate al termine del campionato,solo il Carbonia con una vittoria potrebbe riaprire il campionato portandosi in vetta alla classifica.All andata fini con un pareggio tra la capolista e i minerari di mister Daga che nella gara di sabato nel derby fra province hanno avuto la meglio sul Monteponi x 1-2, nella partita spareggio per i playoff giocata questo pomeriggio nello sterrato di Bindua,davanti ad una buona cornice di pubblico e ben diretta dall’arbitro Andrea Frau. I ragazzi del mister Giammarco passano in vantaggio all’undicesimo con Mirko Serra che dal limite dell’area indovina il sette. La gara, dai buoni toni agonistici ma mai cattiva, vedrà da lì in poi le due squadre affrontarsi a viso aperto. Il Carbonia va vicino al raddoppio ma la conclusione da buona posizione di Andrea Iesu terminerà al lato. Nella ripresa il forte vento spinge alle spalle del Monteponi che si rende più pericoloso. Dopo un salvataggio sulla linea di Andrea Bove i locali pervengono al pareggio su punizione ben calciata da Davide Pani che indovina l’angolo. Lo stesso mediano Iglesiente colpirà anche il palo su punizione poco dopo. Ma sara il Carbonia a rendersi più pericoloso con tre buone opportunità: prima Mirko Serra sfiora il palo dal limite dell’area poi Mattia Casula a tu per tu con Bozzato spara addosso al portiere è ancora Andrea Iesu troverà la deviazione in angolo. Nei minuti di recupero sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Carbonia passa, grazie alla correzione sotto porta di Michael Graccione. Vittoria che proietta il Carbonia a quota 35 punti a più 6 dal Monteponi e con due gare da recuperare
Dagli spogliatoi il mister Daga dei minerari”
sarebbero tanti i ringraziamenti da fare e le cose da dire … Inizio facendo i complimenti alla monteponi che è stata degna antagonista di questo derby … Avversario tenace e ruvido ma mai scorretto … Auguri di pronta guarigione a Gambella che ha avuto un brutto infortunio spero di vederlo presto in campo … Auguri anche al nostro capitano Alessio Graccione che ha dovuto abbandonare il terreno di gioco quasi subito per un infortunio che speriamo non sia grave … Un grazie a tutti i ragazzi .. oggi avevamo tre allievi dal 2000 dall’ inizio per questo ringrazio il mister Fabio Piras per la generosità … Ragazzi molto bravi e smaliziati come Zucca Casu e Iesu che hanno dato un grosso contributo .. grazie a chi non ha giocato perché ha incitato i compagni senza mugugnare per il mancato impiego . Grazie per l impegno da parte di tutti in allenamento e oggi in campo che ha regalato a tutta la società e a noi tutti una vittoria di grande prestigio .. ora continueremo con l entusiasmo e l’ umiltà di sempre .. un atteggiamento che sta rendendo la nostra stagione speciale”
Alle spalle del Monteponi splende la stella della S.Marco di Assemini che alla 2 vittoria consecutiva travolge i massesi della Frassinetti x 5-2,e difende il 4 posto dalla grinfie del lanciatissimo Cortoghiana hce sbanca Siliqua di misura grazie alla perla di Oriano Melis
https://www.facebook.com/bebocorto/videos/10212332521458525/
Video Cortoghiana calcio
Terza vittoria consecutiva per la Juniores di Tore Marrocu che bissa il successo dell’andata grazie ad una bella punizione realizzata dallo specialista Oriano Melis al 70′
Ottima la condotta di gara che ha avuto ragione degli avversari e del fortissimo vento.
Sabato arriva la San Marco Assemini, quarta forza del campionato.
Sorride nuovamente il Vigor Capoterra che piega sul suo terreno il Gemini Pirri 4-2,i ragazzi di mister Saul Cherchi trovano il vantaggio con Cherchi,Meloni,Farigu e Piga attesi nel prossimo turno dalla prova del nove in casa del piu quotato Monteponi terza forza del campionato ,occasione x saggiare la reale forza dei capoterresi di mister Cherchi se possono davvero ambire a un campionato di vertice.
Dagli spogliatoi di Capoterra il commento di mister SAUL CHERCHI che ammette il migliore inizio da parte degli ospiti andati in vantaggio per ben due volte meritatamente nella prima frazione”

Partita divertente. Nel primo tempo sono gli ospiti molto aggressivi ad avere in mano il pallino del gioco e a portarsi in vantaggio al 25′ con una bella conclusione dal limite. Subito la nostra reazione e dopo due minuti arriviamo al pareggio con Cherchi che insacca dopo un bel taglio su un pallone di Farigu. I ragazzi della Gemini non ci stanno e continuano a premere trovando a fine primo tempo la rete del momentaneo vantaggio. Il secondo tempo è un’altra partita; dopo tre minuti da una punizione dai 25 metri è Meloni a piegare le mani al portiere e depositare in rete. Lo Sporting Vigor ci crede e continua a premere e al 20′ il portiere ospite è costretto ad atterrare in area la punta Cherchi ed è rigore che trasforma il rientrante Lo Nigro. A questo punto gli ospiti si buttano in avanti alla ricerca del pareggio lasciando però spazio alle micidiali ripartenze locali che più volte vanno vicino alla rete ma riescono a chiudere i conti solo a fine gara con una grande azione di Farigu che salta due avversari e deposita in rete da pochi passi. Adesso testa al Monteponi dove ci aspetterà una partita difficile”